Tecnologia

Le peggiori password di quest'anno: ecco quali sono

HWUpgrade - 2 ore 32 min fa
SplashData ha pubblicato la lista annuale delle peggiori password durante tutto il 2018 e per il quinto anno consecutivo ai primi posti troviamo le password più banali: "123456" e "password".
Categorie: Tecnologia

Google cresce a Ny, investe un miliardo di dollari

ANSA - 2 ore 36 min fa
E' sfida con Amazon
Categorie: Tecnologia

Un videogioco per bimbi oncologici

ANSA - 2 ore 42 min fa
Creato da start up italiana, approda a Regina Margherita Torino
Categorie: Tecnologia

Natale: 7 utenti su 10 acquistano regali contraffatti

ANSA - 2 ore 43 min fa
Indagine su 2600 consumatori Usa, Francia, Gb, Germania e Italia
Categorie: Tecnologia

Huawei Nova 4, schermo forato e 48 mp

ANSA - 2 ore 44 min fa
Primo smartphone cinese ad adottare l'alternativa al 'notch'
Categorie: Tecnologia

Xiaomi ha aperto il quarto Mi Store ufficiale a Venezia

HWUpgrade - 3 ore 12 min fa
Il quarto Mi Store italiano è stato inaugurato il 15 dicembre all’interno del centro commerciale Nave de Vero di Marghera-Venezia; una settimana dopo l’apertura dello store a Bergamo.
Categorie: Tecnologia

Facebook: bug ha messo a rischio le foto di 6,8 milioni di utenti

HWUpgrade - 3 ore 52 min fa
Facebook ha annunciato che il team interno di ricerca ha scoperto un bug che ha permesso agli sviluppatori (tramite un'API autorizzata) di entrare in possesso di fotografie a cui non avrebbero avuto accesso.
Categorie: Tecnologia

Scagionati i cellulari, non causano tumori

ANSA - 3 ore 53 min fa
Studio australiano, tassi stabili dal 1982
Categorie: Tecnologia

Trovato morto a New York il fondatore di Vine

ANSA - 3 ore 54 min fa
Colin Kroll aveva 34 anni, overdose da stupefacenti
Categorie: Tecnologia

Iacovone (EY), blockchain può avere impatto per PA

ANSA - 3 ore 56 min fa
"Grande regalo" del bitcoin, utile anche per certificare filiera
Categorie: Tecnologia

Una marea di prodotti (ben 14) dodocool con forti sconti su Amazon. Guardate che lista

HWUpgrade - 4 ore 32 min fa
Una lista di ben 14 diversi prodotti dodocool che l'azienda su Amazon ha deciso di scontare con alcuni coupon promozionali rendendoli davvero convenienti. Ecco la lista dei prodotti.
Categorie: Tecnologia

LG G7 Fit, un buon midrange nato vecchio. La recensione

HWUpgrade - 5 ore 12 min fa
Annunciato a IFA 2018, LG G7 Fit è uno smartphone di fascia media che implementa alcune delle soluzioni di LG G7 ThinQ, abbinate ad uno Snapdragon 821 di alcune generazioni fa
Categorie: Tecnologia

Il visore VR più venduto nel 2018 è PlayStation VR

HWUpgrade - 5 ore 52 min fa
Sony sta registrando performance di vendita significative con il suo visore di realtà virtuale, che adesso si avvale di titoli molto accattivanti
Categorie: Tecnologia

Falso sito ''IMPS'': in 500mila ci credono e inseriscono di dati per il Reddito di cittadinanza

HWUpgrade - 6 ore 32 min fa
Più di mezzo milione di persone hanno consultato il falso sito web "IMPS" pensando che si trattasse dell'ufficiale per fare richiesta per il Reddito di cittadinanza. La satira invece era partita da Ars Digitalia.
Categorie: Tecnologia

Ark: Survival Evolved Recensione, il titolo di Studio Wildcard sbarca su Switch!

TOM'S Hardware - 6 ore 33 min fa

Ark: Survival Evolved è uno dei pochi videogiochi di sopravvivenza a raccogliere un grandissimo seguito in pochissimo tempo. Vuoi per le sue meccaniche di base particolarmente strutturate, vuoi per l’ambientazione ai confini della realtà che siamo abituati a vedere. Fatto sta, questo videogioco ha fatto parlare di sé e continuerà a farlo con la nuovissima versione per Nintendo Switch.

Il pericolo è dietro l’angolo…

L’idea su cui poggia Ark: Survival Evolved è piuttosto semplice: un personaggio (creato da un’editor prima dell’inizio della partita) si ritrova disperso su un’isola e ha l’obiettivo di sopravvivere in un ambientazione variegata, misteriosa e quasi surreale.

I giocatori devono quindi costruire una base con tutti i materiali trovati in giro (come pezzi di legna e rocce). Gli accampamenti possono essere provvisti di focolare (utile per riscaldarsi e cucinare) e sono pienamente utili per conservare tutto lo stretto necessario per sopravvivere nella natura incontaminata. Gli utenti, inoltre, hanno l’obbligo morale di difendere la propria baracca da possibili attacchi nemici con trappole e animali addomesticati.

Per effettuare costruzioni sempre più grandi è doveroso progredire di livello. Il sistema messo a punto dagli sviluppatori è abbastanza lineare, infatti l’esperienza viene raccolta con il conseguimento di tutte le attività. Al passaggio del livello successivo, l’utente può sfruttare i punti abilità per aumentare le statistiche del proprio alter-ego e sbloccare nuovi progetti, utili per dare vita al villaggio dei nostri sogni.

Le modalità di gioco presenti sono due: la prima permette di giocare contro altri giocatori (PvP), mentre la seconda consente di prendere parte a una continua battaglia contro i mostri (PvE). In base alla propria scelta iniziale, il sistema di gioco cambia radicalmente. Nel primo caso è necessario sopravvivere contro tutti i giocatori in carne e ossa sulla mappa, mentre nella seconda modalità è doveroso affrontare tutte le insidie e fare squadra con gli altri dispersi. Sembra tutto molto semplice a parole, ma ogni modalità necessita di pazienza e spirito di sopravvivenza.

A tutto questo si aggiunge la componente survival. La salute del nostro selvaggio può essere messa a repentaglio con ferite, caldo, freddo, stanchezza e altre variabili. La grande difficoltà di questo gioco è proprio quella di mantenere il proprio personaggio in perfetta salute – impresa tutt’altro che semplice. Per resistere alla natura incontaminata, è doveroso quindi raccogliere bacche, cacciare e cucinare. Tuttavia, bisogna stare attenti alla decomposizione degli alimenti, altrimenti si rischia di perdere il proprio raccolto nel giro di pochissimo tempo.

All’interno della grossa isola sono presenti tantissimi animali preistorici, dai carnivori agli innocui erbivori. Questo titolo permette di addomesticare i dinosauri e sfruttarli per difendere il proprio accampamento oppure banalmente per aiutarvi nell’attraversare l’enorme mappa di gioco. Per esempio, esiste il metodo chiamato taming che prevede lo stordimento dell’animale – attraverso una fionda o un arco – e successivamente nutrirlo con determinati alimenti.

Ottimizzazione estinta…

Sembra tutto bello e parecchio interessante. Tuttavia ci sono diverse problematiche che rovinano l’esperienza generale, a partire dai legnosi server di gioco. Iniziare una partita in Ark: Survival Evolved è un’ardua impresa perché non solo ci sono difficoltà nell’entrare in un determinato server, ma anche nel restarci dentro fino alla fine della propria avventura. Oltre a tutto questo si aggiungono alcuni problemi puramente tecnici, infatti casualmente il videogioco in questione si chiude inspiegabilmente rimandandovi nella schermata principale della console.

In termini puramente prestazionali, – secondo i test condotti da Digital Foundry – questa versione di gioco gira a una risoluzione dinamica. Quando la console è collegata alla sua dock station, il titolo gira a una risoluzione massima di 360p; in modalità portatile, invece, i valori scendono inesorabilmente a 304×170 pixel. Il frame-rate, per fortuna, rimane ancorato su 30 fotogrammi al secondo.

Il comparto grafico di questo titolo rappresenta – purtroppo – un difetto perché ambientazioni, elementi poligonali e personaggi sono caratterizzati da texture di bassissima qualità. Gli sviluppatori, probabilmente, hanno optato per questa soluzione per rendere questo titolo il più fluido possibile, ma il loro lavoro non è stato sufficiente per ottenere un risultato finale in linea con i videogiochi del momento. Per farvi un esempio, la versione di Nintendo Switch perde la sfida con le controparti realizzate per Android/iOS e PC.

Se siete particolarmente interessati all’acquisto di questo videogioco, vi consigliamo caldamente di temporeggiare e attendere qualche patch che risolva i fiumi di problemi che affliggono la creatura di Studio Wildcard e Abstraction Games. Al prezzo odierno, inoltre, è assolutamente sconsigliato l’acquisto.

L'articolo Ark: Survival Evolved Recensione, il titolo di Studio Wildcard sbarca su Switch! proviene da Tom's Hardware.

Categorie: Tecnologia

Street Fighter V: Arcade Edition, stagione 4 e nuovo personaggio disponibile

TOM'S Hardware - 7 ore 2 min fa

Dopo la finale del Capcom Cup 2018, Yoshinori Ono e Capcom hanno mostrato il teaser della prossima stagione di Street Fighter V: Arcade Edition. Ono è salito sul palco con alcune corna demoniache per mostrate Kage, ovvero una reinterpretazione di Evil Ryu. Il trailer ha anche mostrato gli ultimi bilanciamenti introdotti dall’update.

Kage pare essere un mix tra Akuma e Ryu. Secondo il trailer, che potete vedere poco sotto, Kage è Ryu che è stato sopraffatto dall’Hadou ed è diventato violento. Possiamo scoprire due mosse del personaggio, legate alle capacità di teletrasporto. Pare essere un personaggio interessante da sfruttare, ma dovremo capire come si integrerà all’interno del roster.

Leggi anche: Recensione Street Fighter V: Arcade Edition

Kage è già disponibile insieme alle variazioni di altri personaggi tramite l’update 4.0. Non sono stati annunciati altri personaggi. Inoltre, il Capcom Pro Tour tornerà il prossimo anno, a partire da marzo. Pare quindi che dovremo iniziare ad allenarci se vogliamo essere pronti a vincere, magari proprio grazie al nuovo personaggio.

Street Fighter V: Arcade Edition è pronto a metterci alla prova: voi avete già la vostra copia?

L'articolo Street Fighter V: Arcade Edition, stagione 4 e nuovo personaggio disponibile proviene da Tom's Hardware.

Categorie: Tecnologia

Oggi su Amazon metà prezzo su tanti prodotti: schede di memoria da 400GB, SSD Crucial, Amazon Echo e tanto altro! (e c'è anche iPhone 8 e Playstation 4 Pro)

HWUpgrade - 7 ore 12 min fa
Davvero l'imbarazzo della scelta oggi con tante proposte anche oltre metà prezzo: tante idee regalo, ma non dovete perdere tempo per essere sicuri di ricevere tutto entro le feste!
Categorie: Tecnologia

Cambio al vertice del Radeon Tecnolologies Group di AMD

HWUpgrade - 7 ore 32 min fa
Nuovi cambi al vertice nel Radeon Technologies Group di AMD: il GM Mike Rayfield abbandona l'azienda, sostituito ad interim dal capo dello sviluppo tecnologico David Wang
Categorie: Tecnologia

Kingdom Hearts 3: “catturato” il responsabile del leak

TOM'S Hardware - 7 ore 32 min fa

Come probabilmente saprete, durante lo scorso fine settimana la comunità di Kingdom Hearts III è stata scossa da una notizia: alcune copie del gioco – una trentina, pare – erano state trafugate. Ovviamente gli spoiler erano iniziati a circolare sui social media e su YouTube, con grande preoccupazione dei giocatori in attesa da anni di un’opera che pone la trama al centro.

Pare, però, che il responsabile del leak sia stato “catturato”. Questo è ciò che afferma Quinton Flynn, ovvero il doppiatore di Axel/Lea. Tramite Twitter, come potete vedere poco sotto, l’attore ha scambiato alcuni messaggi con altri utenti, riguardo la questione, concludendo con l’annuncio della “cattura”.

Last I heard they captured the guy responsible.

— Quinton Flynn Official (@quintonflynn) December 16, 2018

Ovviamente non sappiamo quali siano le fonti di Quinton e non possiamo confermare tale affermazione: per ora va considerata come un rumor, ma di certo speriamo che sia vero. Anche il termine “catturato” è leggermente ambiguo: Quinton intende dire che è stato arrestato?

Leggi anche: Kingdom Hearts III: tutte le informazioni per prepararsi all’uscita del gioco

Speriamo che Square Enix recuperi tutte le copie trafugate e riesca a impedire una larga diffusione degli spoiler. Al 29 gennaio manca ancora molto e dobbiamo sperare che gli appassionati della saga in attesa da molti anni non si vedano rovinata l’esperienza. Nomura stesso è intervenuto tramite i canali social, come vi avevamo detto, chiedendo tutto il supporto della community e pregando i giocatori di non far circolare gli spoiler.

Kingdom Hearts III è quasi arrivato, speriamo di poterci godere la nostra copia preordinata senza aver subito alcun tipo di spoiler!

L'articolo Kingdom Hearts 3: “catturato” il responsabile del leak proviene da Tom's Hardware.

Categorie: Tecnologia

Magic the Gathering Game Night – Giocare a Magic aprendo un box

TOM'S Hardware - 7 ore 47 min fa

Magic the Gathering Game Night cattura sin da subito l’attenzione per la scatola a forma di pentagono. Cinque lati come cinque sono i mazzi di carte in essa presenti, uno per colore della magia e per giocatore. Il prodotto è pensato come un battle-box già pronto per cinque amici: lo si compra, ci si riunisce attorno al tavolo, ciascuno sceglie un mazzo e si è pronti alla battaglia.

I mazzi sono divertenti e bilanciati, ciascuno con i propri punti di forza ovviamente e gli aspetti in cui è più debole. Il primo che sopravvive dopo aver eliminato tutti gli altri “maghi” vince. Se è vero che la scatola potrebbe essere definita un “box introduttivo” per neofiti anche giocatori maggiormente esperti in vena di una serata diversa dal solito potrebbero trovare divrtente ed interessante il prodotto.

Il papà dei card game collezionabili

Magic è il primo e probabilmente più famoso gioco di carte collezionabili del mondo. Le regole alla base sono ormai un classico: ogni giocatore rappresenta un mago che evoca le proprie magie (creature, stregonerie o incantesimi) grazie al potere del mana attinto dalle terre che controlla (TAPpandole). L’obiettivo è ridurre a zero i venti punti vita dell’avversario.

Da anni ormai la Wizard of the Coast cerca di promuovere Magic anche come gioco multiplayer. Se è vero che il titolo brilla incontrastato nel panorama dei giochi di carte 1VS1 è altrettanto vero che alcune proposte di gioco (come il two-headed giants) lo hanno reso appetibile per gruppi più numerosi di amici.
Magic the Gathering Game Night si basa sulla medesima filosofia: i mazzi possono essere giocati uno contro uno, ma sono stati pensati per essere usati tutti insieme. E infatti il set contiene una carta mitica per colore (per un totale di cinque carte mitiche) che fa ottenere vantaggi migliori tanti più nemici sono seduti attorno al tavolo.

Royal rumble

Magic the Gathering Game Night è perfetto per far giocare da tre a cinque persone in una guerra totale senza esclusione di colpi. Un giocatore nella sua fase di attacco può colpire chi desidera, senza  limitarsi al player seduto alla sua destra o alla sua sinistra come nelle accadeva nelle classiche “house rules” utilizzate un tempo da chi cercava di costruire un regolamento simile a quello usato da “Game Night”. Inoltre nel proprio turno un giocatore può anche attaccare  diversi avversari nel medesimo turno, suddividendo le sue creature come meglio si preferisce.

La semplicità delle regole garantisce uno scontro senza esclusione di colpi attorno al tavolo e dà il meglio quando, ad esempio, un giocatore viene eliminato dagli attacchi combinati degli altri quattro. Sin da subito converrà infatti definire una strategia fatta di alleanze  e tradimenti dato che ritrovarsi da soli avendo come nemici tutti gli altri maghi porterà a rapida disfatta. Uno alla volta i maghi attorno al tavolo verranno eliminati, elemento questo produce come ovvio dei tempi morti in attesa di poter ritornare in gioco soprattutto per chi è stato eliminato per primo. Per fortuna già al secondo eliminato, mentre si aspetta che finisca la partita principale, si potrà fare una partita standard a Magic da due giocatori mentre gli altri portano avanti il combattimento.

Entry level o giocatori esperti?

Il titolo è adeguato per entrambi. Per un neofita i mazzi sono semplici da maneggiare e le regole presenti nella scatola facili da apprendere. In realtà Magic ha un corpus di regole molto complesso ai livelli “esperti” / da torneo ma le interazioni fra le carte per questo prodotto sono limitate lo rendono alla portata di tutti. I mazzi non hanno solo creature “vanilla” ma hanno molte rimozioni e creature che attivano effetti. Un giocatore esperto potrà divertirsi se prende il prodotto nell’ottica della singola serata o se desidera giocare in modo diverso dai soliti formati.

Magic the Gathering Game Night è soprattutto pensato per chi gioca “sul tavolo da cucina” probabilmente senza bustine protettive, desideroso di provare un mazzo già ben costruito senza perdere tempo nel deck-building.

La forza della magia

Quanto sono forti i mazzi presenti in Magic the Gathering Game Night? Rispondere a questa domanda in termini assoluti è davvero difficile. Quello che un nuovo giocatore deve sapere è che i mazzi sono divertenti e bilanciati fra loro anche se qualche voce di corridoio sostiene che i mazzi maggiormente performanti siano quello verde e quello nero. A noi sembra che anche il mazzo bianco possa dire la sua quindi in termini di “potenza” ma per avere una risposta definitiva a questo quesito non vi resta che provarli a turno tutti e, come sempre, trovare il vostro preferito come stile gioco. Un giocatore esperto interessato al poter riusare le carte presenti nel prodotto anche in altri contesti di gioco deve invece sapere che le cinque creature mitiche non sono giocabili nel formato di gioco Stardard (o in Blocco) ma che potranno essere eventualmente aggiunte ai propri mazzi nell’Esteso, nel Commander, nel Legacy o nel formato Vintage. Le altre carte presenti sono ristampe che provengono da M19 o dal blocco del 2017. Il power level pertanto può essere definito medio così come il valore economico del prodotto.

Un aspetto che dispiace è lo scarso numero di carte che agisce davvero in ottica multiplayer. Ve ne sono alcune (ad esempio l’ottimo goblin “Guttersnipe”) ma  vista la finalità del prodotto sarebbe sicuramente stato preferibile averne a disposizione un numero maggiore.

Le quotazioni dei mazzi

Sul mercato americano sono già comparse le prime quotazioni in dollari. Rispetto al costo di Magic the Gathering Game Night il giocatore si ritroverà fra le mani un valore più che appropriato. Il mazzo nero ad esempio viene venduto attorno ai 20 dollari di valore con la mitica relativa (il “rot hulk”) che viene venduto a quasi 6 dollari. Ogni mazzo contiene 60 carte (e 3 token) composte da 1 mitica, cinque rare, 21 non comuni. Il resto è composto da comuni e terre. I costi di lancio sono variegati con una leggera predominanza per il costo di tre mana (le probabilità di giocare nel primo turno terra e passare sono pertanto elevate)

Rise from the grave

Il mazzo nero è, come indicato dal manuale, perfetto per portare in campo un’orda di affamati zombie. Al suo interno alcune carte vi piaceranno particolarmente come “Languish” (tutte le creature prendono -4/-4 fino alla fine del turno) o il “Death Baron” (una creatura che aggiunge agli altri zombie in gioco +1/+1 e “tocco mortale”). La meccanica del mazzo sfrutta il cimitero, riportando in vita le creature morte o creando segnalini zombie quando una creatura muore. I tre “Murder” sono degli ottimi rimuovi creatura avversaria esattamente come il comune “Bone Splinters”. “Cruel Revival” uccide una creatura non zombie avversaria e vi dona uno zombie 2/2 ma costa ben 5 mana. Il mazzo sfrutta anche il sacrificio in termini di perdita di punti vita o di uccisione delle proprie creature per danneggiare gli opponenti.

Assemble for battle

Il mazzo bianco permette di schierare un esercito di soldati e cavalieri affiancato da angeli e potenti magie. Anche in questo caso si tratta di un mazzo tipicamente archetipico, facile da giocare e relativamente rapido (nonostante il casting cost medio si attesti attorno ai 3 mana). Fra le tante belle carte presenti nel mazzo noi segnaliamo “Cleansig Nova” (distrugge tutte le creature in gioco), “Always Watching” per dare alle proprie creature +1/+1 e “vigilanza”, “Benalish Marshal” con l’ennesimo effetto “Crusade” (+1/+1). Le creature giocate potranno essere potenziate e rese progressivamente sempre più letali. Per questa strategia le tre copie di “Militia Bcgler” sono utilissime in quanto vi permetteranno di “tutorare” una creatura dalla forza pari o minore di due a aggiungerla alla mano. Due iconici “Serra Angel” si trovano nel mazzo. Se non conoscete questi meravigliosi angeli 4/4 imparerete ad amarli. Un po’ meno lo faranno i vostri avversari…

Grow fierce

Il mazzo verde permette al mago che lo controlla di evocare draghi, dinosauri ed altre creature possenti. “Ghalta, Primal Hunger” è un 12/12 cioè in termini tecnici “una mucca” da battaglia (in Magic valori oltre il 5 o 6 di forza sono estremamente rari. D’altro canto anche il “vanilla “Gigantosaurus” per soli 5 mana (tutti castati da terre verdi ma per questo mazzo monocolore non è affatto un problema) è un impressionante 10/10. Tre copie di “Llanowar Elves” permettono di ottenere mana aggiuntivo per giocare i mostri più potenti dalla propria mano. Altre utilities hanno lo scopo di selezionare le carte da pescare o di ridurre i costi di lancio. “Grow Fierce” è davvero divertente quanto a “peso” delle creature che è in grado di farvi evocare. La sua filosofia è “schiaccia e travolgi tutto”.

Take to the skies

Il mazzo blu rispetta le promesse del suo nome. Le creature evocate saranno quasi tutte volanti ed evasive così come rapidi come un colpo di vento i suoi effetti. Apprezzerete moltissimo “Sai, Master Thopterist” per la sua capacità di mettere in gioco una creatura “Thopter” 1/1 volante ogni volta che giocate un artefatto (nel mazzo ce ne sono ben otto). “Zahid, Djinn of the lamp” è un forte 5/6 volante, che può essere pagato di meno se un artefatto viene tappato. Gli “Aviation Pioneer” sono utilissimi per sciamare sul campo con altri “Thopter” volanti. Il mazzo in sostanza sfrutta il potere degli artefatti per ottenere effetti molto interessanti. Di norma il blu avrebbe anche “counterato” le magie giocate dagli avversari, ma in cinque l’effetto sarebbe stato decisamente troppo blando, pertanto non c’è traccia di “counterspell” o simili nel pazzo.

Unleash chaos

Goblin e draghi dicono una sola cosa in Magic: rosso. Il colore del fuoco, che attinge mana dalle alte vette montuose o dalla profondità di grotte piene di lava. Apprezzerete i due ottimi (e rari) “Trashmaster”, non solo per il +1/1 che aggiungono agli altri goblin ma soprattutto per l’abilità che distrugge gli artefatti. Il “Siege-gang Commander” è un’altra chicca: creare tre goblin 1/1 e poterli sacrificare per fare danni all’opponent è impagabile, come chi gioca dai tempi di “Assalto” ben conosce. Il mazzo rosso gira che è una meraviglia anche grazie ai tre “Shock” (infliggi due danni ad un qualsiasi bersaglio) e ai tanti goblin dai casting cost bassi e gli effetti variegati. I due “Guttersnipe” saranno davvero una brutta spina nel fianco ai vostri avversari e sono davvero fortissimi in questa edizione (quando lanci una magia stregoneria o istantaneo infliggi due danni a tutti gli avversari).

Mischiare i colori

Magic the Gathering Game Night prevede la possibilità di creare mazzi di due colori, selezionando e mischiando solo le carte aventi il simbolo del prodotto (quindi il pentagono incastonato). I mazzi così creati funzionano perfettamente. È chiaramente un ottimo elemento di ri-giocabilità che permette di rendere ancora più variegato un prodotto che già così offre intere serate di divertimento. La trovo davvero una soluzione elegante peri i giocatori alle prime armi che non dovranno costruirsi i mazzi da soli o spulciando le numerose liste presenti on-line.

Conclusioni

Magic the Gathering Game Night offre esattamente quello che promette: una nottata all’insegna della magia già predisposta e pronta per essere giocata. Vi basta aprire la scatola, scegliere un mazzo e sfidarvi! Ben cinque giocatori si potranno fronteggiare per molte ore di divertimento. La consistenza del prodotto è molto buona, i mazzi sono equilibrati e la ri-giocabilità delle carte più che sufficiente. Lo spazio di design e deck-building speso dalla Wizards of the Coast nel creare i cinque mazzi è davvero di qualità elevata. Poterli anche mescolare fra di loro è la ciliegina sulla torta del box proposto.

Materiali

I materiali sono coerenti al prodotto ammiraglia della Wizard of the Coast: Magic the Gathering. Le carte di Magic sono leggere e tendono ad usurarsi se non imbustare. I token presenti nella confezione sono a loro volta in cartone leggero e non ne sentirete un reale bisogno, i segna punti vita, sono invece degli ottimi dadi a venti facce, grandi, con i numeri chiari e ben scolpiti.

Gioco indicato per

L’esperienza di gioco è consigliata a chi non conosce ancora Magic o lo conosce ma è ancora alle prime armi. I giocatori storici potranno valutare l’acquisto solo per proporre il titolo a nuovi giocatori, ai loro partner o per provare qualcosa di diverso dai loro soliti mazzi.

L'articolo Magic the Gathering Game Night – Giocare a Magic aprendo un box proviene da Tom's Hardware.

Categorie: Tecnologia

Pagine